Un partner di qualità

Categoria: Redazionali
Pubblicato il: 26 Gennaio 2024
unitec-red-progettare

Unitec, del Gruppo Mondial, si dedica alla produzione di componenti e soluzioni per il comparto delle macchine utensili. Il Gruppo Mondial, dai cuscinetti speciali fino alle viti a ricircolo di sfere, lavora al fianco dei costruttori proponendosi come partner per trovare il giusto prodotto con un valido rapporto costo/beneficio per ogni applicazione.

Nel cuore della machine tool valley ha sede Unitec, del Gruppo Mondial. Ancora oggi Piacenza è il più importante distretto tecnologico italiano per la produzione di beni strumentali per l’industria. Unitec è specializzata nella progettazione e produzione di cuscinetti speciali in tutte le loro variabili, adatti per equipaggiare macchine utensili e sistemi per produrre. Il distretto di Piacenza è un settore in continua evoluzione tecnologica fortemente radicato nel territorio e con una vocazione unica. Esso è considerato a livello mondiale il più avanzato polo industriale italiano del settore meccanico. Per conoscere meglio Unitec abbiamo incontrato l’ing. Lorenzo Martin, Business Unit Manager dell’azienda.

Meccatronica
“In un momento storico così delicato – ha esordito Martin – per l’industria e per il contesto internazionale, è difficile fare previsioni a lungo termine. Sicuramente Unitec, inserita nel Gruppo Mondial, continua a investire nella progettazione e produzione di soluzioni dedicate ai cuscinetti speciali, utilizzati principalmente nel comparto delle macchine e sistemi per produrre”. E ha continuato: “Per scelta, la nostra produzione si colloca nella fascia alta del mercato. Progettiamo sistemi e soluzioni speciali, a disegno, secondo le richieste dell’utilizzatore”. La proposta Unitec si arricchisce sviluppando prodotti e soluzioni integrandoli con tecnologie di ultima generazione come: sensori, trattamenti termici dedicati e materiali specifici. Alcuni costruttori di macchine utensili hanno esigenze precise e rigorose, per esempio, l’integrazione dei componenti o più componenti all’interno del sistema produttivo. “Questa capacità di co-engineering permette a Unitec di soddisfare le richieste con soluzioni a valore aggiunto, in grado di differenziarci da altri produttori di componenti” Commenta Martin.
Ecco allora la necessità di conoscere profondamente le tecnologie del nuovo manifatturiero. Un moderno componente è sviluppato e progettato con il confronto e la collaborazione di più esperti: dal tecnico strutturale a chi si occupa di sensoristica fino allo sviluppo software per la gestione del sistema nel suo complesso. “Il nostro approccio con il cliente è completo: dall’ufficio tecnico all’ufficio marketing fino alla spedizione, montaggio del sistema e successivamente alla sua manutenzione. Il valore del prodotto non è più importante del valore del servizio post-vendita” rimarca Martin. Questa attenzione è arricchita dai servizi on line presenti nel sito web Unitec oppure, tramite QR core stampato nella confezione del prodotto. Video e descrizioni tecniche offrono tutte le informazioni relative al prodotto, alla sua manutenzione e gestione per una lunga e corretta durata.

Sostenibilità e qualità
Per le aziende più attente, proiettate nella smart factory 4.0, è fondamentale ridurre i costi di produzione con un’attenzione al pianeta: le parole chiave sono efficienza e sostenibilità. Anche nella produzione di componenti è necessario cogliere questi aspetti. I tecnici e gli sviluppatori Unitec, già in fase progettuale, analizzano numerose variabili. Materiali utilizzati, riduzione degli sprechi, geometrie ridotte se necessario, lubrificazione adeguata senza un uso eccessivo di lubrificante, ecc. Grazie a queste specifiche anche i componenti rientrano nel grande mosaico della sostenibilità ambientale. Ma non è tutto. Utilizzare prodotti di qualità permette una lunga durata e, quindi, una minore sostituzione dei componenti. Un ciclo virtuoso secondo le logiche di sostenibilità e minori sprechi. “Insomma -afferma Martin -, la sostenibilità va a braccetto con la qualità. Qualità che non riguarda più solo lo stretto momento produttivo, ma coinvolge l’intero processo precedente e successivo: dai materiali, la rete dei fornitori, l’impiego delle tecnologie e dei controlli, l’organizzazione del lavoro, fino alla spedizione dei prodotti”. Fondamentale per una vera sostenibilità è il servizio di revamping proposto da Unitec, quando possibile. Nonostante gli incentivi per l’acquisto di impianti produttivi 4.0 abbiano spinto verso i nuovi modelli, molte aziende hanno preferito procedere con una azione di affiancamento all’esistente anziché di sostituzione. Il motivo è semplice: pur apprezzando le nuove funzionalità delle moderne macchine, nelle officine meccaniche i modelli più datati possono offrire ancora un importante valore aggiunto. A patto però di dare loro una marcia in più. Unitec, con la su unità specializzata nel retrofitting di componenti, garantisce una valida alternativa al prodotto nuovo.

Soluzioni speciali e attenzione ai costi
Come già accennato precedentemente, Unitec opera al fianco degli utilizzatori proponendosi come partner per sviluppare il giusto prodotto, ma anche il miglior rapporto/costo beneficio per ogni applicazione. “Abbiamo descritto – continua Martin -, come la qualità Unitec è riconosciuta a livello mondiale e il nostro stabilimento adotta le medesime procedure da questo punto di vista per qualsiasi prodotto esca dai reparti produttivi e magazzini. Sviluppiamo soluzioni complete a disegno dove non sia possibile utilizzare prodotti standard. Questo è sempre stato il nostro punto di forza. Una caratteristica fondamentale riconosciuta ormai da anni dal mercato”. Del resto, i costruttori di macchine utensili sviluppano prodotti con grande flessibilità senza trascurare caratteristiche ormai considerate scontate: velocità di esecuzione, precisione e affidabilità. Questi elementi portano a una continua evoluzione delle macchine e di conseguenza anche dei componenti che le equipaggiano. “È quindi importante essere attenti all’evoluzione del mercato delle macchine e di conseguenza proporre e consigliare i costruttori su quale prodotto utilizzare su quale soluzione puntare perché i cuscinetti e la componentistica in generale sono di fondamentale importanza per tutto il processo produttivo per migliorare le performance, riducendo i costi”, afferma Martin.
Il responsabile Unitec sottolinea anche l’importanza dell’utilizzo di componenti originali. Il fenomeno della contraffazione è da combattere su tutti i fronti. Vero è che Unitec produce cuscinetti speciali, quindi, questo aspetto è meno sentito. Comunque sia, l’azienda piacentina si tutela con una serie di accorgimenti contro la contraffazione come, per esempio, pubblicizzando la produzione made in Italy del prodotto, marcature adeguate con loghi depositati e QR code, descritto in precedenza.

Prodotti ‘intelligenti’
Qui di seguito segnaliamo alcune soluzioni costruite in Unitec dedicate al comparto delle macchine utensili. I cuscinetti assiali-radiali di precisione RTB sono idonei per le tavole di posizionamento e indexaggio. L’elevata rigidezza assiale e la capacità di sopportare elevati momenti ribaltanti rende questo cuscinetto della serie RTB particolarmente adatto all’impiego nelle tavole rotanti, di posizionamento, indexaggio e per supporti di teste di fresatrici/alesatrici. Elevata rigidezza, grande capacità di carico, elevata precisione di rotazione, sono i requisiti fondamentali dei cuscinetti assiali radiali RTB. L’impiego di gabbie assiali ad elevato numero di corpi
volventi con contatto lineare, oltre all’elevatissima precisione delle lavorazioni meccaniche.
Significative la soluzione tipo RTB ABS e RTB AMS con sistema di misura angolare integrato: cuscinetti combinati assiali radiali a doppio effetto studiati per il supporto di tavole rotanti e teste di mandrini per macchine utensili. Per migliorare le prestazioni delle applicazioni per le quali sono previsti i cuscinetti RTB, Unitec ha sviluppato la versione RTB ABS che integra il sistema di misura angolare induttivo assoluto di precisione AMO/HEIDENHAIN. La versione RTB AMS è equipaggiata con sistema di misura induttivo incrementale AMO/HEIDENHAIN. La precisione costruttiva, i bassi livelli di coppia resistente, l’elevata capacità di carico e rigidezza li pongono nel mercato ai massimi livelli di qualità e li rendono adatti a supportare installazioni su cui sono previsti motori coppia diretti. Il sistema non è magnetico, eliminando di fatto le problematiche legate a questa tecnologia.
Descriviamo sinteticamente i cuscinetti combinati a rulli e rullini, per supporto di viti a ricircolo di sfere. Vediamo di che cosa si tratta. I cuscinetti radiali a rullini combinati con cuscinetti assiali a rulli cilindrici Unitec serie SRB migliorano la rigidezza statica e dinamica delle viti a ricircolo di sfere. I cuscinetti serie SRB sono composti da un cuscinetto radiale a rullini caratterizzato da un anello esterno massiccio e un anello interno prolungato. Le superfici laterali dell’anello esterno fungono da piste di rotolamento per le due gabbie assiali. Sull’anello interno avviene poi il centraggio delle due gabbie assiali. Tale forma costruttiva permette di realizzare con minimo ingombro un supporto preciso e perfettamente rigido. I cuscinetti SRB sono stati studiati, nelle varie versioni costruttive, per supporto assiale radiale delle viti di precisione a ricircolo di sfere, utilizzate prevalentemente sulle macchine utensili. Per ottenere la massima rigidezza tali cuscinetti vengono precaricati tramite ghiera.
Infine, segnaliamo i cuscinetti personalizzati a rulli cilindrici incrociati. Le caratteristiche peculiari del cuscinetto a rulli incrociati serie XRB sono un disegno compatto, la capacità di sopportare carichi assiali nei due sensi, carichi radiali, oltre ad elevate coppie di ribaltamento. Il cuscinetto a rulli incrociati Unitec è la soluzione ideale nel caso in cui lo spazio a disposizione sia limitato oppure quando si richiedano centri di gravità delle masse in rotazione ad altezza ridotta. Tavole rotanti ad asse verticale, tavole di posizionamento, mandrini ad asse orizzontale e verticale di robot sono le applicazioni principali per questo cuscinetto.

Cosa dire
Unitec, nel prossimo biennio, ha in programma alcune evoluzioni strategiche dell’azienda. Come, per esempio, il rafforzamento sui mercati esteri: Corea dove il Gruppo ha recentemente costituito la nuova Mondial Group Asia, area asiatica e i paesi dell’Est Europa. Di conseguenza sono previsti investimenti interni per la crescita e una nuova organizzazione del lavoro. Organizzazione che comprende la formazione utilizzando e incrementando le ore di presenza presso il centro MechLab di Piacenza, utilizzato per corsi e dimostrazioni sia per il personale Unitec Mondial sia per i clienti del Gruppo.

456_Speciale_UnitecMondial

Possiamo aiutarti?

I nostri esperti Unitec sono a disposizione per aiutarti in qualsiasi richiesta Contattaci

Login

Hai dimenticato la password?

CREA UN ACCOUNT

Non hai un account? Registrati gratuitamente

REGISTRATI